Carta Etica dello Sport

Art. 1 – Sport e Spazi delle Città
I sottoscrittori si impegnano a far sì che gli interventi di politiche pubbliche sostengano le buone pratiche attraverso l’impiego di sinergie tra Enti Pubblici e Privati in rete con il territorio. A tal fine è importante che si pratichino una attenta e corretta pianificazione urbanistica che assicuri una dotazione minima di infrastrutture per lo sport. La progettazione deve garantire la piena fruibilità e il mantenimento costante dell’efficienza degli impianti sportivi.

Art. 2 – Sport e Legalità
I sottoscrittori della carta si impegnano a diffondere
il valore della regola e del rispetto della stessa quale fondamento della convivenza e del vivere positivamente nella collettività. Si impegnano a contrastare qualsiasi comportamento che possa produrre violenza in occasione di manifestazioni sportive. La partecipazione e la pratica sportiva sono un mezzo per promuovere i principi dell’osservanza delle regole del gioco, del rispetto degli altri e dei diversamente abili, della lealtà, della solidarietà, dell’integrazione sociale e infine della responsabilità individuale pur nel perseguire il miglior risultato.

Art. 3 – Sport e Minori
La pratica sportiva deve garantire la tutela dei minori
per il corretto ed equilibrato sviluppo psicofisico, intellettuale, morale, sociale nelle condizioni di libertà e dignità. Per raggiungere questo obiettivo è necessario facilitare l’orientamento delle famiglie, affinché sappiano decifrare pericoli di specializzazione precoce, doping e altre forme di abuso nello sport.

Art. 4 – Sport e Educazione
Lo sport deve produrre educazione, sviluppare la conoscenza e la motivazione degli individui e dei gruppi, promuovendo modelli positivi e concreti sport devono essere valorizzati e sostenuti in quanto portatori, non solo del risultato agonistico, ma anche di un atteggiamento costruttivo, onesto e rigoroso. L’impegno sportivo sempre contemplare il senso del limite nella prestazione sportiva e l’accettazione della sconfitta. Lo sport educa alla gestione costruttiva dei conflitti, a superare le logiche di prevaricazione e permette di indirizzare positivamente e consapevolmente l’aggressività, in contrasto alle forme di bullismo che talvolta minacciano la vita sociale nelle scuole e nelle comunità. La pratica sportiva offre ai diversamente abili opportunità senza pari.

Art. 5 – Sport e Salute
I sottoscrittori si impegnano a diffondere una maggiore consapevolezza del valore dello stile di vita attivo,attraverso azioni di informazione e sensibilizzazione sul ruolo dello sport, come strumento di benessere psicofisico in tutte le fasi della vita dei cittadini. Si impegnano inoltre a favorire la diffusione di una maggiore consapevolezza del valore dello stile di vita attivo, offrendo alle famiglie strumenti di informazione e orientamento. Non mancano rischi e distorsioni della pratica soprtiva come la specializzazione precoce, l’ansia dissenata della prestazione e l’uso di sostanze dopanti.

Art. 6 – Sport e Volontariato
I sottoscrittori si impegnano a sostenere il volontariato delle organizzazioni sportive, soggetto riconosciuto come l’asse portante del movimento sportivo nazionale: la passione e la dedizione dei tanti consente la diffusione capillare di tantissime discipline sportive, da quelle considerate minori a quelle più note. Le associazioni rappresentano i contesti in cui si mettono in pratica la dimensione democratica e la partecipazione e si ispirano al concetto di sport come diritto. Sostenere il mondo sportivo significa riconoscere l’importanza del ruolo sociale e civile che esso rappresenta.

Art. 7 – Sport e Comunicazione
I sottoscrittori, in quanto operatori dell’informazione, si impegnano a divulgare correttamente la conoscenza di tutte le discipline sportive con pari dignità e a valorizzare il gioco leale. Per realizzare l’obiettivo è necessario dotarsi di un nuovo linguaggio che esalti i valori positivi, la lealtà, il rispetto delle regole e dia una dimensione equilibrata degli eventi sottolineando il piacere della pratica sportiva.

Art. 8 – Sport ed Impresa
I sottoscrittori, in quanto imprese, si impegnano ad investire compatibilmente alle proprie possibilità in programmi ed attività per la diffusione dei valori dello sport, utilizzando la capacità propria e dei propri dipendenti di

Art. 9 – Sport e Sostenibilità
La pratica dello sport deve ispirare infrastrutture innovative aperte al territorio, polifunzionali, volte a minimizzare eventuali impatti negativi di natura ecologica, ambientale e urbanistica. La progettazione e la realizzazione delle opere dovrà esaltare i principi della tutela dell’ambiente e del risparmio energetico.

Art. 10 – Diffusione e Partecipazione
I sottoscrittori si impegnano a diffondere i contenuti di tale carta ed a sostanziarli in azioni concreti.

Scarica la Carta Etica in formato PDF