EticaSport-2016-0019

7ª Edizione Anno 2016

Premio Rinaldo Bontempi e Maurizio Laudi

VII Edizione – 1° dicembre2016

 

C’è stato un tocco di novità nella nuova edizione, la settima, del premio intitolato alla memoria dei nostri amici Rinaldo Bontempi e Maurizio Laudi, e non soltanto per la sede prescelta per la premiazione finale, il Circolo della Stampa. L’edizione del 2015 con la partecipazione dell’amico Ossama al Abed al Mohsen, il profugo siriano allenatore di calcio, ebbe una larga eco internazionale ed ha attirato su Etica e Sport un’attenzione maggiore. Abbiamo sentito quindi il dovere di andare oltre i traguardi raggiunti, e lo abbiamo fatto lavorando lungo tutto l’arco temporale del 2016, nella selezione dei premiati, nell’allargare i rapporti con enti e società, e soprattutto con le singole persone che ci affiancano nell’iniziativa del premio e anche in tutte le altre.

Andiamo per ordine. E’ stata cambiata la sede, un po’ per scelta e molto per necessità. Le ampie sale di palazzo Ceriana Mayneri hanno accolto ben oltre i limiti di capienza, i bambini e ragazzi delle scuole elementari e medie, i volontari delle Olimpiadi di Torino 2006, gli sciatori delle valli olimpiche, gli sportivi praticanti dei parchi Colletta, Valentino, Pellerina, piuttosto che quelli, premiati, della Circocrizione 7, e tanti tanti altri, per un successo che finora non avevamo mai raggiunto. Il ribaltone in Comune avvenuto con le elezioni del 2016 ci ha spinto di fatto al cambiamento perché si sono un po’ complicati i contatti con la nuova amministrazione entrata in carica a primavera inoltrata. Abbiamo dovuto attendere a lungo, fin dopo il periodo “intoccabile” delle vacanze di agosto, per avere un incontro con l’assessore Finardi, e nel frattempo per giusta precauzione ci siamo assicurati la disponibilità dei saloni del Circolo della Stampa, una sorta di terreno neutro tra Comune e Regione, i nostri storici sponsor istituzionali che avevano resistito insieme fin dalla prima edizione del 2009, a dispetto dei vari mutamenti politici. Giudicata a posteriori è stata una decisione saggia, perché, ormai svoltata la boa del 2017, siamo ancora adesso in attesa di sapere se la nostra richiesta di patrocinio sia stata deliberata dalla nuova giunta comunale. E dire che la sindaca Appendino ha mandato una sua rappresentante alla premiazione, e alla vigilia l’assessore allo sport si era scusato con una cortese e.m@il per non poter presenziare.

Nel corso dell’anno la ricerca delle migliori candidature ha prodotto assai più indicazioni rispetto al passato, e oltre all’aumentata attenzione verso Etica e Sport e il suo premio, ha contribuito l’utilizzo di una nuova collaborazione con la società NovaCoop che attraverso la catena dei suoi punti vendita ha favorito la diffusione in tutte le Coop del Piemonte delle schede cartacee di segnalazione di possibili, meritevoli premiati. Iren ha svolto il suo importante ruolo attraverso le strutture di relazioni esterne, ed estremamente importante è stato l’apporto della Regione Piemonte, e in particolare dell’assessore Giovanni Maria Ferraris e del suo staff, che ci ha permesso di rendere capillare la diffusione del messaggio sull’intero territorio. Diretta conseguenza di questa maggior conoscenza è stata colta da Scholé, la onlus che opera al nostro fianco per il settore scuola: nella terna finale di istituti, che soltanto durante la premiazione hanno saputo quale posizione avrebbero occupato in classifica, uno era della provincia di Cuneo e un altro del Verbano, Cusio, Ossola, e uno solo di Torino città.

La novità del 2015 era stato il premio europeo, e da questa settima edizione diventa istituzionale anche questa sezione. In più le cinque sezioni normali stavano troppo strette e abbiamo istituito i premi speciali, quelli che abbiamo battezzato “Le Eccellenze nello Sport” anche questi destinati ad essere ripetuti. Nel mondo dello sport ci sono parecchi errori, un po’ di ipocrisia, qualche deviazione e molte cose da cambiare, ma ancora una volta nel nostro organizzare il “Premio Rinaldo Bontempi e Maurizio Laudi” abbiamo avuto la conferma che chi vive dalla base lo sport ha valori etici e una grande passione. I saloni antichi di Palazzo Ceriana Maineri, hanno subito l’invasione di centinaia di persone entusiaste e sono stati rivitalizzati per quella serata del 1° dicembre, dall’entusiasmo di giovani e meno giovani uniti da uno spirito comune.

Una serata bellissima. Alla prossima nel 2017. Grazie a tutti !!!

 

N.B. : Ringraziamo per la presenza in sala, per i messaggi ricevuti, per l’aiuto che ci hanno dato:

I familiari di Rinaldo Bontempi e Maurizio Laudi

Il presidente della Regione Piemonte                                  Sergio Chiamparino

L’assessore allo sport della Regione Piemonte                       Giovanni Maria Ferraris

La sindaca della Città di Torino                                 Chiara Appendino

L’assessore allo sport della Città di Torino                Roberto Finardi

Il presidente di NovaCoop                                        Ernesto Dalle Rive

Il presidente di Iren                                                   Paolo Peveraro

La consigliera regionale                                             Silvana Accossato

La consigliera comunale                                            Maria Teresa Grippo

Il presidente del Toroc di Torino 2006                      Valentino Castellani

Il presidente di Scholè                                                           Mario Salomone

e ancora

Andrea Ciuti, Walter Marin, Silvia Bruno, Chiara Vannini, Barbara Destefanis, Pietro Marocco, Enrico Nada, Danilo Biscaro, Alfredo Trentalange, Piero Gros, Giuseppe Pisanti, Simona Zamboni, Alessandro Garrone, Maurizio Poncet, Simona Novara, Giuseppe Antonucci, Paolo Anselmo, Federica Zampese, Marco Beltramino, Anna Rita Vietti, Linda Brizzolara, Maurizio Drappella, e………..

…….. e tutti coloro che ci sono stati vicini e che in questo momento colpevolmente dimentichiamo ……………

……….. e ancora il presidente dell’Ordine degli Architetti Giorgio Giani, che con la Fondazione dell’Ordine stesso entrerà a far parte dell’organizzazione del premio a partire dal 2017.